Pietra Barrasso
Artista contemporanea, Personalità europea per Arte.

Tempesta nel mediterraneo
Tempesta nel mediterraneo
Luce
Luce
Dreams
Dreams
Riflessi indefiniti
Riflessi indefiniti
Infinity
Infinity
Cromie di luce
Cromie di luce
Trasperenze
Trasperenze
Vortice di luce
Vortice di luce
1967
1967
Vibrazioni
Vibrazioni
0
0
0
s2sdefault
 

Aligi Sassu.

 

Silvia Caimi

.

Mauro Capitani

.

Maria Conserva

.

Domenico Monteforte

.

Armando Xhomo

.

Alba Gonzales

.

Amerigo Dorel

.

Giuliano Ottaviani

.

Luciano Preti

.

Michele Zappino

 

 

Pietra Barrasso

Artisti contemporanei in dialogo con Aligi Sassu

dal 12 settembre al 25 ottobre 2015

Inaugurazione Sabato 12 settembre 2015 alle ore 17.00

Villa Filippini - Besana in Brianza (MB)

 

COMUNICATO STAMPA

Dal 12 settembre al 25 ottobre 2015, in concomitanza con la chiusura di Expo 2015, L’Associazione Amici dell’Arte di Aligi Sassu presenta opere di sei pittori e cinque scultori contemporanei, chiamati a dialogare con l’opera di Sassu, anch’essa esposta. Progettata da Carlos Julio Sassu Suarez e curata da Giammarco Puntelli, tale iniziativa si prefigge di riproporre e rinnovare l’opera di Aligi Sassu attraverso il confronto e dialogo con una selezione di artisti contemporanei che hanno sviluppato la propria ricerca pittorica su simili tematiche e visioni artistiche.

 

Pittori partecipanti

Un’opera di Mauro Capitani è copertina del Catalogo di Arte Moderna e Contemporanea “Gli artisti dai primi del Novecento a oggi” di Editoriale Giorgio Mondadori per l’edizione 2014. Il maestro Capitani, già docente di Storia dell'Arte alle scuole superiori, porterà la sua recente realizzazione dedicata al tema del bestiario come pratica e disciplina pittorica dialogando su simile sintassi artistica con il maestro Sassu.

 

Domenico Monteforte, pittore toscano. Attualmente negli Stati Uniti con una nuova mostra e in copertina della rivista Arte In, dialogherà con il Sassu paesaggista portando una serie di interpretazioni del paesaggio toscano con inserti multidisciplinari legati alla letteratura (in alcune opere vi sono citazioni poetiche) e alla musica (alcune opere sono su carta da musica).

 

Armando Xhomo, cittadino italiano e albanese, ha esposto, fra le varie, nelle location di palazzo Medici a Firenze e nel Battistero del Duomo di Spoleto. In lui quel simbolismo fra storia e psicologia legato alla figurazione, in piena corrispondenza pittorica con buona parte della ricerca artistica del maestro Sassu.

 

Pietra Barrasso recentemente ha esposto all’Accademia Egizia davanti alla Galleria d’Arte Moderna di Roma. A lei è affidata, anche in situazioni informali, la pratica del colore, che ha caratterizzato il lavoro del maestro in tutta la sua produzione.

 

Silvia Caimi nel 2015 rappresenta l'arte italiana negli Stati Uniti e in varie manifestazioni legate a Expo 2015. In lei il disegno come arte che rivela figurazione, fra movimento e leggerezza. A lei il dialogo con Sassu proprio in uno dei luoghi pittorici essenziali del maestro: il disegno.

 

Maria Conserva. Nel giugno 2015 (in contemporanea con Expo 2015) sarà protagonista di una personale nel museo della Scienza e dell’Arte di Milano. Conserva dialogherà con Sassu sull’uso del colore in chiave narrativa nelle opere d’arte, il colore che diventa possibilità di apertura di nuovi orizzonti e non definizione di chiusura.

Scultori partecipanti

 

Luciano Preti, docente di Tecnica della Scultura all’Accademia di Belle Arti di Firenze, già rappresentante dell’Italia con il suo lavoro presso le istituzioni d’Europa. Dialoga con le figurazioni di Sassu fra storie e leggende.

 

Giuliano Ottaviani, ambasciatore artistico dell’Italia in Brasile e in Cina dove è presente in vari musei. Dialoga con Sassu sul celebre tema del cavallo.

 

Amerigo Dorel, autore del monumento pubblico al Carabiniere e di numerose altre opere pubbliche in piazze italiane e straniere. Come Ottaviani, dialoga con Sassu sul tema del cavallo.

 

Alba Gonzales. La sua arte nell’estate 2014 è stata protagonista di una delle mostre più importanti in Italia, i suoi giganti e metamorfosi erano disseminati lungo il Tevere nei pressi di Castel Sant’Angelo; in lei il dialogo con Sassu sul tema del cavallo e di uno studio sugli aspetti primitivi dell’essere umano.

 

Michele Zappino, già docente di Scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera e autore di vari monumenti in piazze pubbliche. Allievo di Francesco Messina all’Accademia di Belle Arti di Brera.

 

La mostra resterà aperta al pubblico fino a 25 ottobre 2015

Orario di apertura:
Sabato e Domenica: dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00

Giorni Feriali: su appuntamento
Sede: Via Viarana, 16 - 20842 Besana in Brianza (MB)
Informazioni: Tel./Fax 0362996368 – Cell. 3394943137 
Sito internet: http://www.amicialigisassu.it

 

SCHEDA TECNICA

Spazio Espositivo: 
Villa Filippini, Padiglione Neoclassico, Parco 
Via Viarana 16 , 20842 Besana in Brianza (MB) 

Ente Promotore:
Associazione Culturale Amici dell’Arte di Aligi Sassu  

Patrocinio: 
Il Consiglio della Regione Lombardia, Provincia di Monza Brianza, Città di Besana in Brianza, 
Archivio Aligi Sassu

Progetto:
Carlos Julio Sassu Suarez- Archivio Aligi Sassu, Carate Brianza (MB)

Curatore:
Prof. Giammarco Puntelli

Comunicazione, grafica:
A&B, Besana in Brianza (MB)

Stampa e legatoria catalogo:
Edizioni GR, Besana in Brianza (MB)

Data 
Dal12 settembre al 25 ottobre 2015 

Orari di apertura: 
Sabato, Domenica e Festivi 10-12/15-18 
Feriali su appuntamento Informazione: 
Associazione Culturale onlus Amici dell’Arte di Aligi Sassu 
Via Viarana 16, 20045 Besana in Brianza (MB)
Tel. 0362 996368 - Cell:3394943137 
email: info@amicialigisassu.it