Pietra Barrasso
Artista contemporanea, Personalità europea per Arte.

Infinity
Infinity
Luce
Luce
Vibrazioni
Vibrazioni
Tempesta nel mediterraneo
Tempesta nel mediterraneo
Cromie di luce
Cromie di luce
Vortice di luce
Vortice di luce
Trasperenze
Trasperenze
Riflessi indefiniti
Riflessi indefiniti
1967
1967
Dreams
Dreams
0
0
0
s2sdefault

Dall’8 novembre al 7 dicembre la Casa Museo di Ivan Bruschi ospita la 30° edizione della rassegna “Il Metaformismo© L'arte contemporanea nelle antiche dimore"

museo_bruschi.jpg

Arezzo, 3 novembre 2014 – La Casa Museo di Ivan Bruschi ospita dall’8 novembre al 7 dicembre, un nuovo ed originale evento di qualità: la trentesima edizione del ciclo itinerante “L’Arte Contemporanea nelle antiche dimore”. La rassegna d’arte è a cura di Giulia Sillato, ideatore dell’exhibition seriese teorico del Metaformismo. Il progetto mette in luce la particolare intensità di rapporto tra il genius loci della struttura ospitante (l’antica dimora dell’antiquario aretino) e le opere degli artisti in mostra (arte contemporanea), accostando visivamente i rispettivi piani e livelli storici. Da questa giustapposizione antico — moderno scaturisce l’interesse dell’autore per interessanti comparazioni che l’hanno indotta a svolgere specifici studi sul campo, dai quali è nato il Metaformismo, nuova chiave di lettura dell’arte contemporanea non-figurativa: essa si basa sul principio di superiorità della Forma che sarebbe presente anche in opere senza figura. 

Saranno 30 gli artisti in mostra, molti dei quali presenti alla 54a Biennale di Venezia: Pietra Barrasso, Emilio Belotti, Natalia Berselli, Martino Brivio, Jole Caleffi, Silvestro Castellani, Marc Chiassai, Fabio Cicuto, Adriana Collovati, Angelo De Boni, Enzo Devastato, Enzo Fabbiano, Massimo Fumanti, Dino Maccini, Pier Domenico Magri, Eugenio Marchesi, Claudio Massimi, Carmine Mastronicola, Fiamma Morelli, Isabella Nurigiani, Osvalda Pucci, Carla Rigato, Maurizio Rinaudo, Dayse Rodrigues, Mario Salvo, Perseo Santiccioli, Laura Sartori Tibaldi, Fedora Spinelli, Claudia Tenani, Alessandro Trani. La selezione operata dall’autore dimostra la vitalità della pittura contemporanea italiana, ancora capace di slanci di innovazione pur nella lucida consapevolezza di una grande tradizione artistica.

È stato realizzato inoltre un ampio catalogo, che si presenta come un appassionante viaggio tra Medioevo e modernità e che sarà disponibile presso il book-shop del Museo.

L’esposizione coinvolge anche la Galleria Ivan Bruschi, in Piazza San Francesco ad Arezzo, che ospiterà un’ulteriore selezione di opere contemporanee ad ingresso gratuito.