E-mail: pietrabarrasso@gmail.com © 2018 | Pietra Barrasso mobile: +39 347 0391557
 
0
0
0
s2smodern
     
 

Grottaminarda, la panchina rossa è nel segno dell’arte

 

25 novembre 

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

 
     
 

A firmare la panchina rossa della cittadina irpina è Pietra Barrasso con un'opera di immediata comprensione e di profondo significato

La violenza sulle donne è una piaga ancora radicata nel tessuto sociale. Con una panchina rossa si vuole testimoniare l’impegno della società civile ad abbatterla. Grottaminarda ha scelto di installare una panchina rossa che fosse qualcosa di più che un segno: il comune irpino, infatti, ha installato quella che è l’ultima opera d’arte di Pietra Barrasso. La panchina è pensata “cromaticamente a specchio” alla sua meravigliosa “Vita spezzata” (immagine in copertina), un acrilico spatolato su tela parimenti pensato in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne 2017. 

L’opera in parola rappresenta la delicatezza infranta rappresentata con magistrale semplicità quale farfalla che si frantuma come dal soffio del vento. Il binomio farfalla – donna viene qui ritrovato e riproposto con una freschezza e un’altezza tali da raggiungere il virtuosismo dell’immediata comprensibilità e dell’aulica rappresentazione.
Naturalmente, se la sensibilità artistica della Barrasso aveva portato ad una farfalla rossa su sfondo blu, nel caso della panchina i colori sono invertiti così da vestire del simbolo universale l’estro dell’artista. 

All’inaugurazione presenti la presidente dell’osservatorio regionale contro la violenza sulle donne, Rosaria Bruno e una rappresentanza dell’amministrazione, tra cui il sindaco Cobino. 

Purtroppo, come l’amministrazione Cobino ha avuto l’accortezza di offrire alla cittadinanza un simbolo che fosse anche un’opera d’arte che fosse simulacro degno del significato cui è dedicato, così altre amministrazioni pare abbiano scartato alle loro comunità quest’opportunità di crescita. 

Nei primi 10 mesi del 2017 in Campania 114 donne sono morte perché donne”. Queste le parole della presidente dell’osservatorio regionale contro la violenza sulle donne, Rosaria Bruno che questo pomeriggio, insieme all’amministrazione di Grottaminarda, rappresentata dal sindaco Cobino e dagli assessori, e alla presidente della FIDAPA sezione di Grottaminarda, Fulvia Bruno, ha inaugurato nel paese ufitano la panchina rossa, simbolo ormai noto a sostegno delle donne contro ogni tipo di violenza. 

Una vera e propria opera d’arte firmata Pietra Barrasso, che rappresenta le centinaia di donne che ogni giorno subiscono maltrattamenti.

Grottaminarda va quindi ad unirsi agli altri paesi irpini che hanno aderito all’iniziativa schierandosi così dalla parte delle donne, con un simbolo ormai assunto a promotore di ideali di lotta e uguaglianza.  

E nel giorno che celebra la lotta contro la violenza di genere, la tavola rotonda nella sala consiliare di Grottaminarda ha visto affrontare proprio questi temi. La Campania è la terza regione italiania per femminicidi, ma l'aumento delle denunce fa pensare che l'opera di sensibilizzazione portata avanti anche grazie a simboli come la panchina rossa stiano aiutando le donne ad uscire allo scoperto. 

 
  farfalla 

                                            

 

 
     
 farfalla 3   farfalla 4  farfalla 8 
 
     
  farfalla 12  farfalla 13   farfalla 14   farfalla 11  farfalla 18  farfalla 1  
 
     
  farfalla 7 farfalla 10 farfalla 22  farfalla 16 farfalla 15 farfalla 20  farfalla 19farfalla 5 farfalla 6 farfalla 17  farfalla 20  farfalla 21 
 
 
     
   

 

 

   

 
0
0
0
s2smodern
     
 AVVOCATURA GENERALE DELLO STATO

SALA VANVITELLI

 

 14 DICEMBRE 2017

Premio Le Ragioni della Nuova Politica 

XV Edizione

 
     
     
 1 2 
     
 

premio 1

 

Artista News

La Gazzetta dell'Artista 17 DICEMBRE 2017

Il 14 dicembre a Roma la XV edizione del prestigioso Premio “ Le Ragioni della Nuova Politica “ Il 14 dicembre a Roma la XV edizione del prestigioso Premio “ Le Ragioni della Nuova Politica “ Andrea Gentili 10/12/2017 Eventi Nel solco di una tradizione che si rinnova ormai da un decennio, il prossimo giovedì 14 dicembre, la meravigliosa Sala Vanvitelli dell’Avvocatura generale dello Stato tornerà ad ospitare la celebrazione del Premio “Le Ragioni della Nuova Politica”. Questa quindicesima edizione, che si aprirà alle ore 17,30 con il saluto di Massimo Massella Ducci Teri, Avvocato generale dello Stato, sarà dedicata al LXX anniversario dell’entrata in vigore della Costituzione italiana e dell’adozione del Tricolore e dell’Inno di Mameli; ogni edizione del Premio, infatti, si ispira a un tema di grande valore sociale e culturale che sia anche legato all’attualità. Quest’anno la cerimonia vedrà un’esibizione straordinaria della Banda dell’Esercito italiano, diretta dal M° Capitano Antonella Bona, e la partecipazione del soprano Carmela Maffongelli e del tenore Pierluigi Paulucci. Un momento particolarmente significativo sarà rappresentato dalla riflessione del Prof. Cesare Mirabelli, emerito presidente della Corte Costituzionale, sul tema: “Il principio di sovranità popolare sancito dalla Costituzione italiana”. Inoltre, per l’occasione sarà esposto lo splendido abito ispirato all’Unità 17/12/2017 Il 14 dicembre a Roma la XV edizione del prestigioso Premio “ Le Ragioni della Nuova Politica “ -  d’Italia che lo stilista Luigi Bruno realizzò per l’VIII edizione del Premio Le Ragioni della Nuova Politica, dedicata ai 150 dall’unificazione nazionale. Durante la cerimonia, l’associazione “L’Alba del Terzo Millennio” riceverà un omaggio particolarmente significativo e di alto valore artistico dalla pittrice Pietra Barrasso che ha realizzato un’opera su tela di 180×120 centimetri, in acrilico spatolato, ispirata alla Costituzione italiana, intitolata “Le Ragioni della Nuova Politica” 2017. Com’è ormai consuetudine da molti anni, la cerimonia sarà condotta da Maria Giovanna Elmi, Camilla Nata e Rosanna Vaudetti. Il premio è stato istituito nel 1996 dall’associazione “L’Alba del Terzo Millennio”, presieduta da Sara Iannone e si pregia di essere un ulteriore riconoscimento per quanti hanno dato un rilevante contributo al nostro Paese con professionalità e dedizione, mostrando un’attenzione costante e non comune all’evoluzione e alle grandi trasformazioni che negli ultimi decenni hanno modificato confini, assetti ed equilibri della società italiana. In questa XV edizione 2017 saranno insigniti: Paola Basilone, Prefetto di Roma; Salvatore Catalano, Avvocato; Evelina Christillin, Presidente Enit; Stefano Crisci, Avvocato e Professore; Cosimo Ferri, Sottosegretario di Stato alla Giustizia; Franco Frattini, Presidente III Sez. giurisdizionale Consiglio di Stato; Claudio Graziano, Capo di Stato Maggiore della Difesa; Paolo Grossi, Presidente Corte Costituzionale; Marco Mancini, Capo dipartimento Miur; Antonio Marzano, Economista; Mario Morcellini, Commissario Agcom, già Professore Ordinario alla Sapienza Università di Roma; Graziella Pellegrini, Docente di Biologia applicata; Antonio Porsia, Presidente HBG Gaming. Nel corso degli anni sono state premiate oltre centoventi personalità illustri molte delle quali saranno presenti anche alla celebrazione di questa edizione. Tra gli altri hanno confermato la loro presenza Gianni Letta; Valter Girardelli; Corrado Calabrò; Ignazio Caramazza; Tiziano Treu; Cesare Ruperto ed Eugenio Gaudio. Inoltre sono attesi Monsignor Lorenzo Leuzzi, Andrea Monorchio, Baldassare Favara, Gennaro Famiglietti, Margherita Boniver, Vincenzo Sanasi D’Arpe, Francesca Quadri, Monsignor Clemente Bobchev, Lamberto Dini, Mariella Rizzotti e molti altri… Nel corso degli anni il Premio ha conquistato la stima e la considerazione da parte di tutte le massime Istituzioni nazionali e anche questa edizione si svolgerà sotto il patrocinio del Senato della 17/12/2017 Il 14 dicembre a Roma la XV edizione del prestigioso Premio “ Le Ragioni della Nuova Politica “ - Repubblica, della Camera dei Deputati, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Regione Lazio e di Roma Capitale. La manifestazione si concluderà con un cocktail che sarà una piacevole occasione di intrattenimento per tutti gli ospiti

 
     
 

IMG 1631

 IMG 1635 IMG 1636 IMG 1637 IMG 1647 
     
 

pietra 

 
 
 
 

Gen Graziano 5

IMG 1649

5

 

  

 
 

6

7

IMG 2590

 
 
 
 

9

10

IMG 1648

 

 
 
 

 premio 2


premio 4

 
 
 
 

 premio 6

premio 5

 
     
 
 

 premio 8

premio 7

  
 
     
0
0
0
s2smodern
     
 invito web  __________
 
     

Siamo felici di ospitare i quadri di Pietra Barrasso negli spazi di Palazzo Valentini come riconoscimento di un percorso artistico ricco e coraggioso: partita da una delle terre più belle e più nascoste d’Italia, come l’Irpinia, questa artista ha avuto la forza di seguire la propria ispirazione con grande abnegazione. Una scommessa che ha pagato, dato che le sue opere si sono fatte apprezzare in prestigiose sedi espositive internazionali e hanno ottenuto importanti riconoscimenti. Mi sembra che questa storia di successo insegni molto sul valore che, ancora oggi, deve essere riconosciuto alla ricerca artistica.

pietra zingarettiGli artisti non vengono mai conteggiati nelle statistiche sulla cosiddetta “fuga dei cervelli” dall’Italia. E invece ne avrebbero pieno diritto, poiché sono spesso costretti a inseguire la loro ispirazione lontano da qui. Io credo invece che sostenere lo sviluppo dell’arte e della creatività, per un paese come l’Italia e per una città come Roma, sia fondamentale. Anche per questo la storia di Pietra Barrasso è di quelle che meritano di essere raccontate e valorizzate.

Naturalmente però, il motivo fondamentale che ci ha convinto a ospitare questa artista a Palazzo Valentini è l’impatto immediato ed emozionante delle sue opere. La materia di cui sono fatti i dipinti di Pietra Barrasso è di quelle da maneggiare con cura: tinte accese, segni veloci e decisi, improvvise esplosioni cromatiche. In questa grande ondata di colore, si riconoscono alcune forme: paesaggi ed elementi naturali che scaturiscono da pennellate veloci, sovrapposizioni di colori, velature. Una pittura vibrante e di grande espressività che, sono sicuro, sarà apprezzata anche dal pubblico romano.

Nicola Zingaretti - Presidente della Provincia di Roma

 

0
0
0
s2smodern
 
it